LA CANTATA DEI PASTORI


Dal 14 al 26 dicembre 2017
Teatro Politeama – Napoli

Settori e prezzi:
Platea poltrona: € 30,00
Palco 1° livello € 30,00
Palco 2° e 3° livello € 20,00

In scena al Politeama di Napoli dal 14 al 26 dicembre La cantata dei pastori firmata da Peppe Barra nel triplice ruolo di attore, autore e regista. Il testo originario a cui Barra si è ispirato nasce nel 1698, quando i Gesuiti commissionarono all’abate Andrea Perrucci una sacra rappresentazione che avesse lo scopo di allontanare il popolo napoletano dagli spettacoli blasfemi che si davano a quel tempo. Di fatto bastò poco prima che la gente se ne appropriasse del tutto, trasformando completamente il valore dell’opera, nella quale vennero inseriti gli irriverenti personaggi di Razzullo e Sarchiapone. La Cantata divenne nel tempo così indecente da costringere l’emanazione di un editto cardinalizio che ne sospendesse le rappresentazioni e da far dire, poi, a Benedetto Croce che l’opera «era finita e non sarebbe stata rappresentata mai più». Ma non fu così, di fatto, continuò a essere riproposta, prima clandestinamente, poi nei teatrini di quartiere e negli oratori parrocchiali fino al 1974 quando Roberto De Simone la fece riscoprire al grande pubblico. Il plot racconta delle traversie che Giuseppe (Andrea Carotenuto) e Maria sono costretti ad affrontare per arrivare a Betlemme, dove si terrà il censimento ordinato dall’imperatore. Ma il vero nucleo narrativo è collegato alla lotta tra il Bene e il Male, vissuta attraverso i ripetuti scontri fra il diavolo Belfagor e l’Arcangelo Gabriele. Loro malgrado anche lo scrivano napoletano Razzullo e il barbiere pazzo Sarchiapone si troveranno coinvolti nella vicenda e in qualità di improbabili pastori assisteranno alla nascita del Bambino Gesù.

Categoria: